SEGRETERIA PUBBLICA: 351-8189452 (da lunedì a venerdì 09.00/12.00 – 16.00/18.00 e il sabato solo dalle 09.00/12.00) OPPURE SCRIVI A: info@mlnv.org
(Grazie Michela Pagotto per la traduzione in inglese – thanks Michela Pagotto for the English translation)
         
   
APPEAL TO ALL THE VENETI AND PATRIOTS
 
         
     
   
—-        
LE UTLIME NOTIZIED DAL MLNV – (LATEST NEWS FROM MLNV)
         
     1 2  
         
DICHIARAZIONE DI AUTODETERMINAZIONE –  (DECLARATION OF SELF-DETERMINATION)
         
   
 
         
POLISIA NASIONALE – (NATIONAL POLICE)
         
 
 
POLISIA IN ASCOLTO
Con riferimento al Dectreto nr.5 (vedi) di questo Governo Veneto Provvisorio, che conferisce facoltà e autorità ad ogni Cittadino del Popolo Veneto di esercitare i propri diritti, tale possibilità concreta il fattibile esercizio di potere da esercitarsi nei confronti delle autorità e di qualsiasi ente o forze di occupazione straniere italiane.
Seguite per cortesia le indicazioni qui riportate (clicca aull'immagine qui a lato)
Grazie per la collaborazione.
WSM
Sergio Bortotto, Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provvisorio.
 
         
   
quando la
sarà operativa
allora si che ne vedremo
delle BELLE.
When
the
VENETIAN NATIONAL POLICE
will be operational
we may have fun!!
 
         
 
         
   
“Quante volte s'è vista condannare la verità!
È triste ma purtroppo è vero che l'uomo non impara niente dalla storia.”
CARL GUSTAV JUNG
How many times has we seen condemning the truth!
It's sad but unfortunately it's true that man does not learn anything from history. "
CARL GUSTAV JUNG
 
         
LA NOSTRA BANDIERA E IL NOSTRO INNO – (OUR FLAG AND OUR ANTHEM)
         
Inno Nazionale:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Inno MLNV – coro:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Inno MLNV – solista:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   
questa è la bandiera della NAZIONE VENETA e non di un partito politico italiano e tanto meno della regione veneto inventata dall'italia.
Al partito italiano della "lega" dico di usare la bandiera della vostra regione veneto italiana ma non la nostra bandiera perché così la disonorate e la infangate e questo vale anche per tutte le istituzioni italiane che illegalmente ne fanno uso ostentandola al fianco del loro tricolore.
This is the flag of the VENETIAN NATION and not of an Italian political party, much less of the Veneto region invented by Italy.To the Italian party of the "league" I say to use the flag of your Italian Veneto region but not our flag because that’s how you dishonored and muddied it and that goes  for all Italian institutions that illegally use it by flaunting it alongside their tricolor.
 
         
 
         
   
Abbiamo il dovere di opporci all'indolenza e alla svogliatezza
con cui il potere dell'inganno universale tende a dominarci.
Per adesso non servono le manifestazioni,
non servono i numeri,
non servono neppure i soldi di coloro che ci vogliono comprare
è necessario passare ai fatti tramite le buone opere.
WSM
Sergio Bortotto
We have a duty to oppose indolence and listlessness
with which the power of universal deception tends to dominate us.
For now, no demonstrations are needed,
 We Don’t need the numbers,
We Don’t even need the money of those who want to buy us
it is necessary to move on to the facts through good works.
WSM
Sergio Bortotto
 
         
     
Ma, ai tirannici governanti italiani diciamo:
"SU CERTI PRINCIPI NON E' ACCETTABILE ALCUN COMPROMESSO"
Noi Veneti abbiamo il dovere di ripristinare la legalità sui nostri territori perchè ogni autorità straniera italiana impone la propria con la frode e l'inganno.
Siete dei disonesti, tutti quanti, dal primo all'ultimo perchè si sa che chi vive con lealtà e onestà d'intenti non può essere compromesso con inganno e frode.
A voi manca il "coraggio del giusto" perché sapete di essere illegalmente costituiti e illegalmente tiranneggiate sui nostri territori.
O la vostra ignoranza è grande in materia o siete complici di questi crimini.
Un domani non dite che non lo sapevate.
But, to the tyrannical Italian rulers we say:
"ON CERTAIN PRINCIPLES IT IS NOT ACCEPTABLE ANY COMPROMISE"
we Venetians have the duty to return to  the legality on our territories because every Italian foreign authority imposes its own with fraud and deception.You are dishonest, all of them, from the first to the last because you know that those who live with loyalty and honesty of purpose can not be compromised with deception and fraud.
You lack the "courage of fair" because you know that you are illegally constituted and illegally tyrannized on our territories.
Either your ignorance is great in the matter or you are complicit in these crimes.
Tomorrow you do not say you did not know it.
 
         
 
         
         
P  R  E  M  E  S  S  A
         
Risultati immagini per premessa    
Questo sito è ricchissimo di contenuti e la loro lettura e comprensione richiedete tempo ed energia.
Questa premessa ha lo scopo di introdurre i nuovi visitatori nella comprensione degli elementi giuridici e pratici, che legittimano il Movimento e la Republica Veneta come stato nazionale.
Questo è un articolo che sintetizza i passi compiuti  per il pieno riconoscimento della Republica Veneta e di quanto c'è ancora da fare per il totale ripristino di sovranità del Popolo Veneto sulle proprie terre d'origine, ancora oggi occupate dallo stato straniero italiano.
Sarà più agevole poi addentrarsi nei dettagli esposti in altre sezioni per approfondire i vari argomenti.
Il nuovo sito istituzionale della REPUBLICA VENETA (www.republicaveneta.org)  è in fase di implementazione e sarà destinato alla promozione della Nazione Veneta in tutti i suoi aspetti, compresi quelli imprenditoriali, culturali, sociologici, tradizionali … e via così.
Una volta considerate queste informazioni potrete sottoscrivere la dichiarazione di AUTODETERMINAZIONE E DI SOVRANITA' PERSONALE E DI NAZIONALITA' VENETA e dichiararvi Cittadini del Popolo Veneto.
Oggi come oggi, infatti, anche se la maggior parte dei Veneti è di Nazionalità Veneta per ius sanguinis viene loro imposta illegalmente la cittadinanza italiana.
Per chi non fosse veneto di discendenza è prevista la richiesta di naturalizzazione anche dall'ordinamento giuridico provvisorio.
 
         
         
     
This site is very rich in content and their reading and understanding require time and energy.This premise aims to introduce new visitors in understanding the legal and practical elements that legitimize the Venetian Movement and the Venetian Republic as a national state.This is an article that summarizes the steps taken to fully recognize the Venetian Republic  and how much need still to be done for the total restoration of sovereignty of the Venetian people on their lands of origin, still occupied by the Italian foreign state.
It will be easier then go into the details shown in other sections to deepen the various topics.The new institutional site of VENETIAN REPUBLIC (www.republicaveneta.org) is being implemented and will be used to promote the Venetian Nation in all its aspects, including entrepreneurial, cultural, sociological, traditional … and so on.Once you have considered this information, you can sign the declaration of SELF-DETERMINATION AND SOVEREIGNMENT OF PERSONAL AND VENETIAN NATIONALITY and declare yourself Citizens of the Venetian People. In fact, these days, even though most of the Venetians are of Venetian nationality for iussanguinis, Italian citizenship is illegally imposed on them.
For those who are not Venetian descendants , the request for naturalization is also foreseen by  the provisional legal system.
 
         
         
         
   
COME E PERCHE’ SI E’ COSTITUITO IL MLNV 
Il MLNV è stato costituito il 29 settembre 2009 da un gruppo di Patrioti fra cui Sergio Bortotto, ancora oggi Presidente del MLNV ed ex Ispettore della Polizia di Stato italiana (VEDI ALTRO).
Non volendo più essere schiavi né servi di un sistema che calpesta i loro diritti e ispirati da questi nobili intenti con orgoglio si riconoscono in ciò che sono da sempre, un Popolo e una Nazione e rivendicano il proprio diritto di autodeterminazione. (per approfondire VEDI QUI)
 
         
   
 
HOW AND WHY THE MLNV IS CONSTITUTED
The MLNV was constituted on September 29, 2009 by a group of Patriots including Sergio Bortotto, still the President of the MLNV and former Inspector of the Italian State Police (SEE MORE).
Unwilling to be slaves or servants of a system that tramples their rights and inspired by these noble intentions with pride  they recognize themselves in what they have always been, a People and a Nation and they claim their own right to self-determination. (to deepen VIEW HERE)
 
         
         
         
download    
PERCHE’ COSTITUIRE UN MOVIMENTO DI LIBERAZIONE ? 
Perché è l’unico soggetto previsto dalle norme del diritto internazionale titolato a  rivendicare il diritto di autodeterminazione di un Popolo soggetto a dominazione straniera, ad un regime razzista e/o colonialista. Il MLNV non deve essere pertanto confuso con un’associazione culturale, un’associazione no-profit o un’organizzazione di beneficenza ma, soprattutto, non deve’essere confuso con un partito politico. (per approfondire VEDI QUI)
 
         
     
WHY TO CONSTITUTE A MOVEMENT OF NATIONAL LIBERATION?
Because it is the only subject provided for by the rules of international law entitled to claim the right of self-determination of a People subject to foreign domination, to a racist and / or colonialist regime. The MLNV should not therefore be confused with a cultural association, a non-profit association or a charitable organization but, above all, it should not be confused with a political party. (to deepen VIEW HERE)
 
         
         
         
OBBIETTIVO    
IL MLNV COME REALIZZA IL PROPRIO OBBIETTIVO? 
Nell’unico modo possibile … cioè secondo la legge e in modo non violento.
Considerato che il principio di legalità è applicabile al diritto di autodeterminazione per il Popolo Veneto tale diritto concreta il potere di esercitarlo nelle forme e nei modi contemplati.
Il percorso del MLNV, infatti, è un percorso legale, legittimo e previsto dal diritto internazionale, si chiama AUTODETERMINAZIONE. (per approfondire VEDI QUI).
Non c’è alcun bisogno di un referendum e dei partiti politici (per approfondire VEDI QUI).
Non serve la secessione (per approfondire VEDI QUI).
 
         
     
HOW DOES THE MLNV  ACHIEVE HIS OWN GOAL?
In the only way possible … that is, according to the law and in a non-violent way.
Considering that the principle of legality is applicable to the right of self-determination for the Venetian People, this  right gives in fact the power to exercise it in the forms and ways contemplated.The path of MLNV, in fact, is a legal path, legitimate and provided for by international law, it is called SELF-DETERMINATION. (to deepen SEE VIEW HERE).
There is no need for a referendum and political parties (to deepen SEE VIEW HERE).
You do not need secession (to deepen VIEW  HERE).
 
         
         
         
   
DIRITTO DI AUTODETERMINAZIONE
La Nazionalità e la Cittadinanza Veneta sono un diritto naturale.
Nessuno ci può imporre una cittadinanza che non ci appartiene.
Noi Veneti siano di Nazionalità Veneta e non siamo mai diventati italiani.
(Per approfindire VEDI QUI)
SELF-DETERMINATION RIGHT
Nationality and the Venetian citizenship are a natural right.
Nobody can impose a citizenship that does not belong to us.
We Venetians are of Venetian nationality and we have never become Italians.
(To deepen, VIEW HERE)
 
 
 
 
   
         
         
Flag-map_of_the_world.svg    
QUAL’E’ IL PERCORSO ALLORA ?
Il MLNV articola il proprio percorso in tre fasi:
rivendicazione del diritto di sovranità del Popolo Veneto (depositate alle sedi ONU di Ginevra e New York);
opposizione alle nostre rivendicazioni presentate (nessuna opposizione è stata avanzata contro la nostra rivendicazione né dallo stato occupante italiano né dall’ONU né da qualsiasi altro stato terzo);
liberazione della Patria e ripristino delle sue Istituzioni.
 
         
     
WHICH  IS THE PATH THEN?
The MLNV articulates its own path in three phases:
claiming the right of sovereignty of the Venetian People (deposited at the UN headquarters in Geneva and New York);
opposition to our claims presented (no opposition was brought against our claim by either the Italian occupation state or the UN or any other third state);
liberation of the homeland and restoration of its institutions.
 
         
         
         
percorso (1)    
A CHE PUNTO SIAMO DEL PERCORSO ? 
Ad oggi sono concluse le prime due delle tre fasi del proprio programma e per realizzare la terza fase il Movimento di Liberazione Nazionale ha scelto di non intraprendere la c.d. "guerra di liberazione" ma il percorso "diplomatico" chiedendo il proprio riconoscimento internazionale sulla base del diritto all'autodeterminazione del Popolo Veneto.
Il MLNV si è così dovuto dotare di un apparato istituzionale ovvero del Governo Veneto Provvisorio, che è una struttura legittimata ad agire a suo nome anche sul piano internazionale.
L’articolo 96.3 del Primo Protocollo di Ginevra del 1977 dispone infatti che i Popoli, come tutti i soggetti di diritto internazionale (ivi compreso il Movimento di Liberazione Nazionale), devono disporre di un apparato istituzionale che possa gestire le loro relazioni internazionali, (per approfondire VEDI QUI).
 
         
     
AT WHAT POINT ARE WE ON THE PATH?
To this day, the first two of the three phases of the own program have been completed and to accomplish the third phase the National Liberation Movement has chosen not to undertake the so called "war of liberation" but the "diplomatic" path asking for its own international recognition on the basis of the right of self-determination of the Venetian People.
The MLNV thus had to equip itself with an institutional apparatus or the Provisional Veneto Government, which is a structure legitimized to act on its behalf also internationally.Article 96.3 of the First Geneva Protocol of 1977 provides that the Peoples, like all the subjects of international law (including the National Liberation Movement), must have an institutional apparatus that can manage their international relations, (for deepen VIEW HERE).
 
         
         
         
   
GOVERNO VENETO PROVVISORIO (GVP) ? 
Questa è la “naturale evoluzione” del MLNV che si concretata con l’istituzione del Governo Veneto Provvisorio strutturandosi così come un vero e proprio apparato istituzionale.
Il Governo è provvisorio perché il diritto a ripristinare la sovranità del Popolo Veneto, di cui il MLNV  è titolato alla sua rivendicazione, non si erge sulla base del consenso popolare ma sul suo diritto di autodeterminazione previsto dalle norme internazionali.
Come il Movimento di Liberazione Nazionale, anche il Governo Veneto Provvisorio è “a tempo determinato”, ovvero esaurisce le sue funzioni con la gestione del periodo di transizione.
L’attività diplomatica realizzata in questi anni dal Governo Veneto Provvisorio ha portato ad un primo formale e importantissimo riconoscimento della Repubblica Veneta e del suo Governo e l’instaurazione di relazioni diplomatiche con Stati terzi, (per approfondire VEDI QUI).
 
         
     
PROVISIONAL VENETIAN GOVERNMENT (GVP)?
This is the "natural evolution" of the MLNV which took shape with the establishmentof the Provisional Venetian Government, thus structuring itself as a real institutional apparatus. The Government is provisional because the right to restore the sovereignty of the Venetian People, of which the MLNV is entitled to its claim, does not stand on the basis of popular consent but on its right of self-determination as provided for by international standards. Like the National Liberation Movement, the Provisional Veneto Government is also "on a fixed-term basis", that is,  it runs out of its functions with the management of the transition period.The diplomatic activity carried out in these years by the Provisional Venetian Government has led to a first formal and very important recognition of the Venetian Republic and its Government and the establishment of diplomatic relations with third States, (to deepen VIEW HERE).
 
         
         
         
ADESSO    
E ADESSO … ? 
Oltre alle relazioni internazionali il Governo Provvisorio è anche istituito per gestire la fase di transizione ovvero quel periodo di tempo che ha inizio col formale riconoscimento del MLNV e del Governo fino al completo e definitivo ripristino della Nazione Veneta.
In questa fase il Governo Veneto Provvisorio ha il dovere di garantire la formazione e i lavori di una "Assemblea Costituente" e di un’Alta Corte di Giustizia, di assicurare la sicurezza nazionale, la continuità dei pubblici servizi e di ripristinare la legalità su tutte le proprie terre.
 
         
     
AND NOW … ?
In addition to international relations, the Provisional Government is also set up to manage the transition phase or that period of time that begins with the formal recognition of the MLNV and of the Government until the complete and definitive restoration of the Venetian Nation.In this phase, the Provisional Veneto Government has the duty to guarantee the formation and work of a "Constituent Assembly" and of a High Court of Justice, to ensure national security, the continuity of public services and to restore legality on all own lands.
 
         
         
         
2015.08.25-DONECK-MINISTERO-ESTERI-NOTA-DIPLOMATICA-A-GVP-724x1024    
ECCO UN PRIMO IMPORTANTE RICONOSCIMENTO
Ecco pervenuta un’importante nota diplomatica del Governo di Doneck (Novorussia).
E' una nota diplomatica che costituisce indubbiamente un punto di svolta nel percorso intrapreso dal MLNV per il riconoscimento ufficiale del Governo Provvisorio e della stessa Repubblica Veneta, ancora oggi occupata dallo stato straniero italiano.
Ogni commento ci sembra superfluo e fuori luogo considerato che il requisito manifestato è quello della conformità con le norme del diritto internazionale a cui lo stesso Governo di Doneck e questo Governo Veneto Provvisorio si attengono.
WSM
Venetia, 27 agosto 2015
Sergio Bortotto, Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provvisorio
 
         
     
HERE IS A FIRST IMPORTANT RECOGNITION
Here is an important diplomatic note received from the Government of Doneck (Novorussia).
It is a diplomatic note that undoubtedly constitutes a turning point in the path taken by the MLNV for the official recognition of the Provisional Government and of the Venetian Republic itself, still occupied today by the Italian foreign state.Every comment seems to us superfluous and out of place, considering that the requirement manifested is that of compliance with the rules of international law to which the Doneck Government itself and this Provisional Veneto Government adhere.
WSM
Venetia, 27 August 2015
Sergio Bortotto, President of the MLNV and of the Provisional Venetian Government
 
         
         
         
MI SON VENETO    
MA NOI VENETI SIAMO O NON SIAMO ITALIANI ? 
Anche se la maggior parte dei Veneti è di Nazionalità Veneta per ius sanguinis oggi come oggi viene loro imposta illegalmente la cittadinanza italiana.
Noi Veneti non siamo MAI diventati italiani.
Un Popolo sottoposto a regime militare di uno Stato terzo è legittimato all'autodeterminazione.
Lo stato italiano, infatti, è straniero, occupa illegalmente i territori della nostra Patria, e adotta sistematicamente una politica razzista e colonialista nei confronti del Popolo Veneto.
Comprendere la storia del nostro Popolo è importante e ci può aiutare a capire quanto ci viene nascosto per non scuotere le coscienze di chi, erede di tremila anni di storia, si ritrova a vivere come schiavo in casa propria.
L'italia ha sistematicamente adottato provvedimenti d’autorità per cancellare dalla memoria del Popolo Veneto le proprie tradizioni, la propria cultura, la propria lingua e soprattutto la storia del proprio passato.
L'italia, quale stato straniero occupante che è, adotta da anni una sistematica azione di discriminazione razziale contro il Popolo Veneto, palesando un vero e proprio razzismo istituzionale allo scopo di annientare l’Amor Patrio e l’identità Nazionale del Popolo Veneto che sono valori universali per ogni Popolo e quindi inalienabili, irrinunciabili, incedibili e imprescrittibili.
Sotto il profilo storico consigliamo di farsi quanto meno un'idea di ciò che lo stato italiano tenta di nascondere in merito all’illegale occupazione della Serenissima Patria, (per approfondire VEDI QUI).
 
         
     
BUT WE VENETIAN ARE OR  ARE NOT ITALIAN?
Although most of the Venetians are of Venetian nationality for iussanguinis, nowadays Italian citizenship is illegally imposed on them.We Venetian have NEVER become Italians. A People subject to the military regime of a third State is entitled to self-determination.The Italian state, in fact, is a foreigner, illegally occupying the territories of our homeland, and systematically adopts a racist and colonialist policy towards the Venetian People. Understanding the history of our People is important and it can help us to understand what is kept hidden to us so as not to shake the consciences of those who, heir of three thousand years of history, find themselves living as a slave in their own home.Italy has systematically adopted measures of authority to erase from the memory of the Venetian People its traditions, its culture, its language and above all the history of its past.Italy, as an occupying foreign state that is, has for years adopted a systematic action of racial discrimination against the Venetian People, revealing a real institutional racism in order to annihilate the Patriotic Love and the National identity of the Venetian People who are universal values for each People and therefore unalienable, inalienable, untransferableand imprescriptible.From a historical point of view, we suggest at least to get an idea of what the Italian state tries to hide regarding the illegal occupation of the Serenissima Patria/ Serenissima Homeland (to deepen VIEW HERE).
 
         
         
         
angelino-alfano    
MA LE ISTITUZIONE ITALIANE SUI NOSTRI TERRITORI ? 
Tutte le istituzioni italiane presenti sui nostri territori sono illegali e sono autorità e forze d’occupazione straniere, quindi agiscono in difetto assoluto di giurisdizione.
Tutti gli atti e/o i provvedimenti di qualsiasi natura posti in essere da una qualsiasi autorità straniera italiana nei Territori occupati della Repubblica Veneta sono privi di qualsiasi effetto giuridico in quanto posti in essere in difetto assoluto di giurisdizione ed altresì in difetto assoluto di competenza, ovvero in regime di incompetenza assoluta per materia e per territorio.
Ogni e qualsiasi atto e/o provvedimento, comunque denominato, in ogni sua fase e/o grado del procedimento, posto in essere da una qualsiasi autorità e/o ente e/o società privata e/o pubblica che agisce anche in nome e per conto dello stato stato straniero italiano sui Territori della Repubblica Veneta è a tutti gli effetti INESISTENTE, ovvero tamquam non esset; (per approfondire VEDI QUI).
 
         
     
BUT WHAT ABOUT THE ITALIAN INSTITUTIONS ON OUR TERRITORIES?
All the Italian institutions present on our territories are illegal and are foreign authorities and occupation forces, therefore they act in absolute defect of jurisdiction.All acts and / or measures of any kind carried out by any Italian foreign authority in the occupied territories of the Venetian Republic are devoid of any legal effect as they are put in place in absolute defect of jurisdiction and also in absolute defect of competence, or under the regime of absolute incompetence by subject and by territory.Any and every act and / or provision, however named, in every phase and / or degree of the procedure, put in place by any authority and / or entity and / or private and / or public company that acts also in name and for account of the Italian foreign state  on the Territories of the Venetian Republic is to all effects INEXISTENT, or tamquam non esset; (to deepen VIEW HERE).
 
         
         
         
   
COME PUO’ DIFENDERSI IL CITTADINO VENETO DALLE ISTITUZIONI ITALIANE? 
Innanzitutto non sussistono elementi essenziali del «giusto processo», costituzionalmente garantito anche in ambito italiano (art. 111 Cost.), venendo meno i requisiti della terzietà e dell’imparzialità del giudice che dovrebbero garantire e tutelare la serenità, l’equilibrio, il distacco e l’indipendenza di giudizio del singolo giudice rispetto alle parti e all’oggetto della controversia.
Il potere giurisdizionale straniero italiano è espressione dell’autorità d’occupazione e nessun giudice italiano è terzo o può garantire una posizione di assoluta indifferenza e di effettiva equidistanza dalle parti contendenti, il Cittadino del Popolo Veneto e qualsiasi altra autorità d’occupazione straniera italiana … infatti accusa e giudizio sono facoltà esercitate dal medesimo potere straniero occupante italiano.
Per essere terzo e imparziale il giudice non deve avere un interesse nella causa, ma è italiano ed agisce con l’autorità conferitagli dallo stato italiano e in nome e per conto del popolo italiano al quale il Cittadino Veneto non appartiene.
Nessun giudice straniero italiano potrà mai essere un “giudice naturale” per il Popolo Veneto perché non è Veneto e perché non è garantita la sua autonomia e indipendenza rispetto agli altri poteri dello stato straniero occupante italiano. Ogni giudice italiano è soggetto alla legge italiana e non a quella Veneta.
Lo Status di Cittadino Veneto garantisce ai suoi possessori numerosi diritti applicabili nei confronti dello stato occupante Italiano.
Questo è il primo passo per vedere i propri diritti umani rivendicati nei confronti dell’oppressione straniera, che sia essa fiscale o di lesione dei diritti universali comunemente accettati e dove ne troviamo l’espressione scritta più nota nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (per approfondire VEDI QUI).
 
         
     
HOW  CANTHE VENETIAN CITIZEN  DEFEND HIMSELF  FROM ITALIAN INSTITUTIONS?
First of all, there are no essential elements of the "fair trial", constitutionally guaranteed also within Italy (Article 111 of the Constitution), failing  in the comply withthe requirements of the third party and the impartiality of the judge that should guarantee and protect serenity, balance, detachment and independence of judgment of the individual judge regarding the parties and the object of the dispute.The Italian foreign jurisdiction is an expression of the occupation authority and no Italian judge is third or can guarantee a position of absolute indifference and actual equidistance from the  parties to the dispute , the Citizen of the Venetian People and any other authority of Italian foreign occupation … in fact, accusation and judgment are faculties exercised by the same Italian foreign occupying power.To be third and impartial the judge must not have an interest in the case, but is Italian and acts with the authority conferred by the Italian state and in the name and on behalf of the Italian people to which the Venetian Citizen  does not belong.No Italian foreign judge can ever be a "natural judge" for the Venetian People because it is not Venetian and because its autonomy and independence with respect to the other powers of the Italian occupying foreign state is not guaranteed. Each Italian judge is subject to Italian law and not to the Venetian law. The status of  Venetian Citizen guarantees its holders numerous rights applicable to the Italian occupying state.
This is the first step to see their own human rights claimed against foreign oppression, whether it is tax or violation to generally accepted universal rights and where we find the best-known written expression in the Universal Declaration of Human Rights (to deepen VIEW HERE).
 
         
         
         
p2pf    
BASTA AVERE PAURA. 
Questo è il momento per un’operosa e diretta partecipazione di ogni Persona che condividendo i principi e gli intenti dei fondatori del MLNV decide e si riconosce come parte del Popolo Veneto e contrasta di diritto le autorità e le forze d’occupazione straniere italiane sotto l’egida del Movimento di Liberazione Nazionale del Popolo Veneto.
Citiamo quanto dice il diritto internazionale:
Cassese, cap. 7 – par 2.3
“… i movimenti di liberazione nazionale sono destinatari della norme sulla protezione e immunità degli individui che agiscono per nome e per conto loro.
E’ questa una conseguenza del fatto che tali movimenti sono degli enti autonomi ed indipendenti a livello internazionale.”
I Movimenti di Liberazione Nazionale, in questi casi, vantano diritti maggiori a livello internazionale, rispetto agli Stati oppressori.
Cassese, Cap7 – cap.2.1 – Autodeterminazione e uso della forza
Nel settore dell’uso della forza, quindi, l’affermazione del principio di autodeterminazione ha avuto una duplice conseguenza. Da un lato, esso ha ampliato la portata del divieto di cui all’art. 2, par. 4, della Carta delle Nazioni Unite, proibendo agli Stati di ricorrere alla minaccia, o all’uso della forza contro i popoli che invocano il diritto di autodeterminazione. Dall’altra parte, i movimenti di liberazione in lotta per l’autodeterminazione hanno il diritto di ricorrere alla forza per reagire contro lo Stato che impedisce con la forza l’esercizio del diritto di autodeterminazione. (per approfondire VEDI QUI).
 
         
   
 
STOP HAVING FEAR
This is the moment for the active and direct participation of every person who, by sharing the principles and intentions of the founders of the MLNV, decides and recognizes itself as a part of the Veneto People and contrasts the Italian foreign authorities and occupying forces under the law and under the aegis of the National Liberation Movement of the Venetian People.
Let's quote what international law says:
Cassese, chap. 7 – par 2.3
"… national liberation movements are recipients of the rules on the protection and immunity of individuals acting by name and on their behalf.
This is a consequence of the fact that these movements are autonomousand independent bodies at the international level. "
The National Liberation Movements, in these cases, have greater international rights than the oppressor States.
Cassese, Cap7 – chap.2.1 – Self-determination and use of force
In the field of the use of force, therefore, the affirmation of the principle of self-determination had a double consequence. On the one hand, it has expanded the scope of the prohibition set forth in art. 2, par. 4, of the United Nations Charter, prohibiting States from resorting to the threat, or the use of force against the peoples who invoke the right of self-determination. On the other hand, the liberation movements fighting for self-determination have the right to resort to force to react against the state that forcibly impedes the exercise of the right of self-determination. (to deepen  VIEW HERE).
 
         
         
         
CERCARE CON BINOCOLI SU UNA SCALA    
ADESSO BASTA ANCHE FARE CONFUSIONE. 
Molti avranno inoltre notato che sui territori veneti della Serenissima Repubblica ci sono innumerevoli gruppi, taluni anche organizzati come partiti politici in ambito italiano, altri che sono dei cloni di questo Movimento che non stanno servendo la causa, ma che creano confusione e disorientamento, intaccando la credibilità stessa del nostro operato, che è l’unico che sta seguendo il percorso riconosciuto dal diritto internazionale.
Chiedere a Roma o all’ONU di diventare indipendenti, facendo un referendum o quant’altro, è solo un modo per ingannare il Popolo in modo che non capisca cosa debba veramente fare, rimanga inerte ed aspetti che qualcun altro faccia, invece di responsabilizzarsi … non è più tempo di delegare ai partiti politici o a pseudo-movimenti il nostro futuro.
 
         
     
ENOUGH MAKING CONFUSION
Many have also noticed that in the Venetian territories of the Serenissima Republic there are countless groups, some even organized as political parties in the Italian context, others who are clones of this Movement that are not serving the cause, but that create confusion and disorientation, affecting the credibility of our work, which is the only one that is following the path recognized by international law.
To ask Rome or the UN to become independent, making a referendum or whatever, is just a way to deceive the People so that they do not understand what they really have to do, remain inert and waiting for that someone else does, instead of taking responsibility … it is no longer time to delegate our future to political parties or pseudo-movements.
 
         
         
         
    
COSA PUO’ FARE IL CITTADINO VENETO ? 
Il Movimento di Liberazione Nazionale del Popolo Veneto è ora pronto alla sua fase di assesto della macchina organizzativa finale.
Pochi uomini saggi e coordinati hanno sempre fatto la differenza.
Il principio di effettività dice che solamente le pretese e le situazioni solidamente costituite nella realtà acquistano rilevanza giuridica e spiega di fatto che per governarsi basta iniziare a farlo, non chiedere ad altri se è possibile farlo.
Questo è un principio cardine della sovranità di un Popolo, quel principio tanto temuto, che non vogliono che si capisca.
 
         
     
WHAT CAN THE VENETIAN CITIZEN  DO?
The Movement of National Liberation of the Venetian People is now ready for its phase of settlement of the final organizational machine.
Few wise and coordinated men have always made the difference.
The principle of effectiveness says that only claims and situations solidly established in reality acquire legal significance and explains that in order to govern oneself it is sufficient to start doing so, not to ask others if it is possible to do so.
This is a cardinal principle of the sovereignty of a People, that principle so feared, that they do not want it to be understood.
 
         
         
         
INSIEME SI VINCE    
ISTITUZIONI VENETE 
Abbiamo un obbiettivo importante e urgente.
Al più presto dobbiamo costituire le Cernide (per approfondireVEDI QUI), ovvero i Governi Veneti Locali e il completamento della formazione del Governo Veneto Provvisorio.
Dobbiamo dotarci di un sistema informatico sicuro e funzionale anche per consentire al Cittadino Veneto di interagire direttamente con il suo Governo.
Per fare questo non servono grandi numeri, ma Patrioti cioè Persone serie e votate alla causa.
L’ingente lavoro che dovremo affrontare richiede un impegno rilevante per tutti.
Saremo veramente liberi solamente quando non ci saranno più segreti e il Popolo sarà al centro del sapere per poter prendere decisioni.
Nel prossimo futuro inizieremo a formare un’economia parallela inizialmente con un’unica imposta sui consumi al 10%  che permetterà alle istituzioni della Repubblica di funzionare autonomamente.
Seguirà quindi l'istituzione della CASSA NAZIONALE VENETA per l’emissione del reddito di cittadinanza direttamente nelle tasche dei cittadini ma solo il tempo e il livello di coscienza dei Cittadini Veneti ci dirà quando saremo in grado di fare questo.
Si può teorizzare che in futuro, potrebbe non essere necessaria nessuna tassazione, ma riserviamo questa analisi a data da destinarsi.
 
         
     
VENETIAN INSTITUTIONS
We have an important and urgent goal.
As soon as possible we must form the Cernide (to deepen VIEW HERE), that is the Venetian Local Governments and the completion of the formation of the Provisional Venetian Government.
We must equip ourselves with a safe and functional computer system also to allow the Venetian citizen to interact directly with his Government.
To do this  do not need large numbers, but Patriots that is people serious and devoted to the cause.
The huge work that we will have to face requires a significant commitment for everyone.
We will be truly free only when there are no more secrets and the People will be at the center of knowledge in order to make decisions.
In the near future we will begin to form a parallel economy initially with a single 10% consumption tax that will allow the institutions of the Republic to function autonomously.
It will then follow the establishment of the VENETIAN NATIONAL SAVINGS for the issuance of citizenship income directly in the pockets of citizens but only the time and level of awareness of the Venetian citizens will tell us when we will be able to do this.
It can be theorized that in the future, no taxation may be necessary, but we reserve this analysis to a date to be allocated.
 
         
         
         
000 - VENETIA     Le Nazioni libere e sovrane sulle proprie terre e che compongono la Federazione della Repubblica Veneta sono:
BELLUNO,
BERGAMO,
BRESCIA,
CREMA (CREMONA),
GORIZIA,
MANTOVA,
PADOVA,
PORDENONE,
ROVIGO,
TREVISO,
UDINE,
VENEZIA,
VERONA
e VICENZA.
Le Nazioni vicine che potrebbero inizialmente confluire per poi raggiungere il proprio totale ripristino di sovranità, se non già libere, sono:
BOLZANO (Südtirol)
TRENTO (Südtirol)
TRIESTE (Territorio Libero di Trieste)
 
         
     
The free and sovereign nations on their lands and that make up the Federation of the Venetian Republic are:
BELLUNO,
BERGAMO,
BRESCIA,
CREMA (CREMONA),
GORIZIA,
MANTOVA,
PADOVA,
PORDENONE,
ROVIGO,
TREVISO,
UDINE,
VENEZIA,
VERONA
and VICENZA.
The neighboring nations that could initially converge and then reach their total restoration of sovereignty, if not already free, are:
BOLZANO (Südtirol)
TRENTO (Südtirol)
TRIESTE (Free Territory of Trieste)
 
         
         
         
volontariato    
Ci auguriamo che questo periodo di transizione non si protragga per molto e tengo a precisare che anche tu che stai leggendo potresti fare parte della squadra a livello locale o federale.
Noi tutti nel MLNV ci impegnamo versando almeno 10,00 € ogni mese, ma chi tra noi può farlo si è impegnato anche molto di più.
Non dimentichiamo che l'importanza che diamo alla causa è sicuramente adeguata al contributo che possiamo ad essa destinare.
Il valore di ogni elargizione non può essere il frutto di un mero calcolo economico perché non c'è nulla di superfluo da destinare al nostro prossimo libero futuro.
Questa è una scelta che va fatta con coscienza e non pensando che ci sia sempre qualcun altro che debba  fare il lavoro e che lo debba finanziare.
La questione è assolutamente molto seria e all'impegno che chiediamo ad ogni Cittadino del Popolo Veneto il Movimento di Liberazione Nazionale non offre privilegi ma solo tanta responsabilità.
Puoi donare (VAI QUI).
Con onore e rispetto.
WSM
Venetia, 22 gennaio 2016
Sergio Bortotto
Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provvisori
 
         
     
We hope that this transitional period will not last long and I would like to point out that you, too, who you are reading could be part of the team at local or federal level.
We all in the MLNV commit ourselves by paying at least € 10.00 each month, but who among us can do it is also involved a lot more.
Let us not forget that the importance we give to the cause is certainly adequate to the contribution we can make to it.
The value of every donation can not be the result of a mere economic calculation because there is nothing superfluous to assign to our next free future.
This is a choice that must be made conscientiously and not thinking that there is always someone else who should do the work and that he must finance it.
The issue is absolutely very serious and the tocommitment that we ask to every citizen of the Venetian People the National Liberation Movement does not offer privileges but only a lot of responsibility.
You can donate (GO HERE).
With honor and respect.
WSM
Venetia, 22nd January 2016
Sergio Bortotto
President of the MLNV and of the Provisional Veneto Government